22 Giugno 2020. E’ appena finito il primo lock down di questo strano 2020 ed io, Silvia e Giulia avevamo bisogno di fare qualcosa di bello. Abbiamo organizzato questo shooting in 32 secondi netti, complice il fatto che il signor Mario ci ha aperto le porte del suo laboratorio. Abbiamo raccontato una storia che ha a che fare con la materia, con l’arte, con la concretezza, con quel senso di realtà di cui tutti abbiamo bisogno. Il risultato è stato inaspettatamente superbo nonostante io fossi in piena crisi da vena artistica esaurita, ma con l’aiuto di tutti siamo riuscite a far venire fuori l’essenza di questo posto magico… Ça va sans dire…

Se siete curiose e volete vedere altri matrimoni cliccate qui

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *